CIC (Centro di Informazione e Consulenza)

  • Sportello: la psicologa è a disposizione per colloqui con studenti, genitori e personale della scuola; l’orario di ricevimento sarà esposto sulla porta dell’aula CIC nel seminterrato.
  • Intervento in casi particolarmente problematici, nel rispetto della privacy: 
    • segnalazione al C.I.C. da parte dei docenti, degli studenti o dei genitori 
    • colloquio ad personam con gli alunni in difficoltà 
    • colloquio con il coordinatore della classe e con il Dirigente Scolastico 
    • colloquio con i genitori
  • Rapporto coi coordinatori di Classe: disponibilità a collaborare nell'analisi delle esigenze educative e formative e nell'individuazione di strategie di intervento;.
  • possibilità di cooperazione per ripensare il curriculum scolastico e concordare con gli studenti i contenuti e i modi delle assemblee e delle attività formative;
  • Rapporto con i rappresentanti degli studenti in Consiglio di Istituto e nella Consulta provinciale.
  • Rapporto coi genitori: confronto e collaborazione con i rappresentanti dei genitori presenti nel Consiglio d’Istituto anche per iniziative da essi autonomamente proposte.
  • Rapporto con enti pubblici e privati (ASL, Sert, Distretti SS, Provincia)

 

BEN.ESSERE ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

 La metodologia per l’inserimento dell’alunno disabile prevede come finalità:

  • La creazione di condizioni per l’inserimento di alunni disabili in un ambiente per l’apprendimento sereno e aperto al dialogo educativo;
  • La strutturazione di programmazioni individualizzate, secondo criteri di rigorosa gradualità, è basata sulla diagnosi funzionale e pensata nel rispetto delle potenzialità iniziali dell’alunno in un’ottica di costruzione e realizzazione di un progetto di vita. 
  • L’attivazione di percorsi di animazione della didattica dell’alunno disabile per sostenere la motivazione anche in concomitanza con progetti della scuola volti alla sensibilizzazione ed all’integrazione dell’alunno disabile. 

La scuola ha elaborato un programma di accoglienza degli alunni provenienti dalla scuola sec. I°grado: questo programma prevede particolari momenti di inserimento rivolti soprattutto agli alunni disabili per facilitare i primi giorni di scuola ed illustrare le risorse e le potenzialità dell’istituto.

 

Attività interne

Parliamo di affettività. Nell’ambito delle iniziative sul Ben.essere, la nostra scuola, in collaborazione con l’Unità di Psicologia dell’ASL di Gallarate propone  un percorso formativo rivolto agli studenti del quarto anno.

 

Attività a.s. 2011-12

Progetto MARTINA. Il progetto è nato in seguito alla scomparsa della giovane Martina a causa di un tumore e e da alcuni anni coinvolge gli studenti delle scuole secondarie superiori nell’ambito dell’educazione alla salute.

L’iniziativa che prevede un incontro sul tema della prevenzione delle patologie a carico dell’apparato sessuale, coinvolgerà tutte le classi quarte.

Interveranno il dott. Giani (oncologo) e la dott. Baldissera (ginecologa).

 

Attività a.s. 2010-11

Parliamo di affettività. Nell’ambito delle iniziative sul Ben.essere, la nostra scuola, in collaborazione con l’Unit&agagrave; di Psicologia dell’ASL di Gallarate propone  un percorso formativo rivolto agli studenti del quarto anno.

Ben.essere per tutti